COS’È UNA LICENZA MUSICALE E QUANTI TIPI ESISTONO

cos'è una licenza musicale e quanti tipi esistono

Licenza musicale: cos’è e com’è definita in musica

Per capire cos’è una licenza musicale, bisogna partire dal concetto che, sul mercato o sui dispositivi elettronici, esistono canzoni e brani con licenza, coperti da copyright, e musica senza licenza, chiamata anche royalty free.

In quest’ultimo caso chiunque trovi un brano o una canzone senza royalty può sfruttarlo liberamente senza chiedere il permesso a nessuno. Nel primo caso, invece, per utilizzare correttamente una canzone con copyright è necessario richiedere la licenza musicale.

In questo senso, la licenza musicale è il diritto che qualunque persona lo desideri può acquistare per utilizzare una canzone o un brano musicale protetto da diritto d’autore.

La licenza musicale, in relazione alla tipologia per la quale viene acquistata, può essere utilizzata in televisione, nei videogiochi, su internet o così via. In questo senso, esistono molte licenze diverse, pensate precisamente per diversi motivi. Utilizzare una canzone senza acquistarne il titolo espone a pesanti sanzioni.

Tipologie di licenza musicale

Per salvaguardarsi da possibili azioni legali e tutelare sè stessi e il proprio lavoro, bisogna conoscere bene quali sono le tipologie di licenza musicale con cui è possibile avere a che fare, in modo da prepararsi ad acquistare quella giusta.

Blanket License, licenza globale
Si tratta della tipologia più facile per avere accesso a diversi brani musicali. In particolare, le diverse società di collecting permettono di accedere a un vasto repertorio di brani e musica pagando semplicemente una quota annuale. Il vantaggio di questo sistema è quello di risparmiare tempo al netto di pagare di più.

Licenza di utilizzo della registrazione master
La licenza Master è quella che viene concessa ai titolari del brano, cioè ai loro autori. Acquistandola è possibile utilizzare la registrazione originale direttamente in una compilation di qualsiasi tipo oltre che opera d’arta visiva.

Licenza di Sincronizzazione
Viene utilizzata, solitamente, in maniera molto diffusa. Si tratta della principale forma di acquisto della licenza musicale e permette di diffondere la musica sincronizzandola con un altro output digitale, come ad esempio l’utilizzo della canzone in un jingle pubblicitario o durante un videogioco.

Licenza riproduzione meccanica
La licenza musicale per la riproduzione deve essere pagata quando chi ha acquistato il diritto sul brano vuole stamparlo o riprodurlo in un supporto multimediale come cd o chiavetta USB. Per questo motivo, questa licenza prevede l’obbligo di un accordo fra il detentore del diritto e il compositore, oltre che le eventuali case discografiche presenti.

Licenza esecuzione musicale
La licenza di esecuzione musicale viene acquistata dai titolari di attività commerciali che, ad esempio, vogliono mettere della musica in sottofondo nei propri negozi, oppure per gli spettacoli riprodotti dal video o presentazioni audiovisive di elevato interesse.

Licenza di stampa
La licenza di stampa è l’ultimo tipo musicale. Prevede delle royalties per colui che vuole ricopiare la musica di un’artista sotto forma di uno spartito musicale.

TORNA AGLI ARTICOLI